Piombino: marocchino sorpreso con due coltelli, denunciato

I carabinieri della Compagnia di Piombino hanno intensificato i controlli mirati al contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa, con particolare attenzione ai reati contro il patrimonio, in materia di spaccio di sostanze stupefacenti e di prevenzione del degrado urbano.

In tale contesto, a seguito di un controllo alla circolazione stradale, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, in via della Base Geodetica, hanno fermato per un controllo un operaio 41enne di origini marocchine alla guida di un’autovettura Volkswagen. 

Dati i precedenti di polizia dell’uomo in materia di reati contro il patrimonio e l’atteggiamento circospetto adottato alla presenza dei militari, i carabinieri lo hanno sottoposto a perquisizione personale e veicolare nel corso della quale sono stati rinvenuti un cacciavite con punta acuminata e due coltelli a lama fissa rispettivamente di 20 e 28 cm. Non avendo fornito un motivo valido sul possesso, l’operaio, previo sequestro degli oggetti, è stato denunciato a piede libero per porto ingiustificato di armi od oggetti atti ad offendere.

Particolare attenzione è stata altresì posta alla sicurezza stradale per contrastare condotte di guida potenzialmente pericolose per automobilisti e pedoni. I posti di controllo, capillarmente organizzati sul territorio, hanno consentito di controllare 33 veicoli ed identificare 69 persone, elevando sanzioniamministrative per violazioni al codice della strada per un ammontare totale di circa 1.850 euro; le mancanze accertate vertono soprattutto su assenza di copertura assicurativa obbligatoriautilizzo del dispositivo cellulare alla guidacircolazione contromano e attraversamento con luce semaforica rossa. In un caso, per un veicolo è scattato anche il sequestro amministrativo ai fini della confisca

Nel corso del medesimo servizio sono state controllate 6 persone sottoposte a vario titolo a misure di prevenzione o sicurezza, al fine di monitorare il rispetto degli obblighi imposti dall’AG.